search instagram arrow-down

Text Widget

Avete mai sognato almeno una volta nella vita, di svegliarvi una mattina, alzarvi dal letto, scostare lievemente la tenda e trovarvi incantati di fronte ad una spiaggia paradisiaca ed un mare cristallino? Un luogo così esiste, e si chiama Playa del Carmen.

007

Siamo partiti per Playa del Carmen, cittadina Messicana situata nello Yucatan, una mattina del Novembre 2015. Dopo esserci documentati ed esserci rivolti alla nostra agenzia di fiducia, abbiamo scelto questa destinazione per la sua posizione strategica.  Playa del Carmen è la meta più indicata se si vuole godere dello splendido mar dei Caraibi, dei siti storici ed archeologici, e se si vuole approfittare anche della scoppiettante movida messicana. Il volo è stato davvero lungo, ma dopo 14 ore finalmente siamo atterrati a Cancùn. Qui abbiamo preso una navetta precedentemente prenotata tramite agenzia, per dirigerci al nostro hotel. Ci sono comunque diversi mezzi per chi atterra in questo aeroporto e non ha prenotato un trasferimento dall’Italia: potete prendere un taxi, che è però l’alternativa più costosa, oppure un autobus di linea che parte direttamente dal terminal o ancora un autobus collettivo, che è sicuramente la scelta più economica. La nostra sistemazione era in un resort internazionale proprio a Playa del Carmen, situato a soli 5 minuti di taxi dalla via più famosa della cittadina: la Quinta Avenida.

La Quinta Avenida è una via parallela alla spiaggia ed è il centro della vita di Playa del Carmen. Questa infatti è considerata la via dello shopping, con tipici negozi messicani ma anche grandi catene d’abbigliamento americane, ma è anche ricca di ristoranti, hotel, negozi di souvenir e locali. Inoltre la Quinta Avenida interseca alla 12 calle la via della movida: un susseguirsi di locali, discoteche e bar per tutti i gusti. Insomma la Quinta Avenida è una strada davvero eclettica, dove puoi davvero trovare quello che stai cercando, qualsiasi cosa esso sia. Noi ci abbiamo trascorso davvero molte serate tra shopping, schiuma party sulla spiaggia, serate in discoteca e massaggi ai piedi fatti da pesciolini.

Escursioni
In tutta Playa del Carmen ci sono centri per l’organizzazione di tour ed escursioni, e gli stessi resort ne offrono una svariata quantità. Noi abbiamo scelto di non acquistare le escursioni che proponeva il nostro resort, in quanto meno economiche, e ci siamo rivolti ad una ragazza italiana che vive in Messico ed organizza svariati tour ( ci era stata consigliata da una coppia che alloggiava nel nostro stesso hotel).

1.I siti archeologici di Tulum, Cobà e Chichén Itza sono sicuramente tra le principali attrazioni dello Yucatan. C’è moltissimo da dire a riguardo ed abbiamo approfondito questo argomento in un post precedente Sulle orme dei Maya

2.Per chi non lo sapesse, sul territorio Messicano si trovano un numero incredibile di cenotes. Si tratta di cavità nel terreno, grotte sotterranee e veri e propri fiumi di acqua dolce sotto la superficie, tutti collegati tra loro per moltissimi kilometri. Nello Yucatan, a causa della porosità del terreno, non esistono fiumi superficiali, ma tutta l’acqua dolce si concentra in fiumi sotterranei ed emerge in superficie solo nei cenotes. Da Playa del Carmen partono numerosi tour di una giornata, e qualsiasi taxi vi può portare in uno di questi cenotes. Alcuni sono davvero famosi, ma la scelta è talmente ampia che forse puntare solo su quelli più popolari è uno spreco.

3.Un’escursione che ci sentiamo di consigliare è quella ad Isla Mujeres ed Isla Contoy. Siamo partiti il mattino presto per raggiungere Cancùn in autobus, e da qui, abbiamo preso una barca verso Isla Contoy. Durante il tragitto abbiamo fatto una sosta per fare snorkeling al largo di Cancùn. Il viaggio è poi proseguito per più di un’ora verso l’isola. L’acqua è davvero una delle più belle che io abbia mai visto, l’isola è incontaminata, non è possibile fumare o spalmarsi di crema protettiva una volta che ci si trova sulla sua spiaggia. Non c’è nessun abitante, ma Contoy è popolata da numerosissimi animali come iguane, rettili e paguri che si trovano in ogni angolo. Facendo il bagno sulla riva abbiamo potuto facilmente avvistare una razza che nuotava tranquilla tra noi. Le stesse guide che ci hanno condotto sull’isola ci hanno preparato un semplice ma gustoso pranzo a base di pesce,riso, verdura e frutta. Nel pomeriggio abbiamo lasciato l’isola per tornare a Cancùn e durante il tragitto abbiamo fatto una breve sosta a Isla Mujeres. L’isola è carina, il centro è trafficato e con molti negozietti, vi consigliamo di non perdervi Playa Norte.

060

Snorkeling a Cancùn

062

Isla Contoy

4.L’ultima escursione di cui vogliamo parlarvi è quella alla biosfera di Sian K’han. Si tratta di un’escursione molto divertente in quanto parte con un tour su un fuoristrada che potete guidare voi, all’interno della riserva naturale. Dopo circa un’ora tra curve e scossoni, siamo saliti a bordo di una lancia, con la quale siamo partiti alla ricerca di vari uccelli e specie marine, per poi concludere la giornata approdando in una fantastica laguna blu dall’acqua trasparente.

 

071

Biosfera di Sian K’han

 

 

070 (2).JPG

Laguna di Sian K’han

 

 

Consigli

Noi abbiamo soggiornato al Viva Wyndham Maya, si tratta di un resort internazionale dotato di un bar sempre aperto e 5 ristoranti alla carta compresi nel prezzo. In aggiunta ci sono altri ristoranti alla carta presente nel resort gemello che si trova al lato, il Viva Azteca. Ve li consigliamo, ci siamo trovati molto bene e le camere sono davvero spaziose e pulite.

La ragazza a cui ci siamo affidati per le nostre escursioni è Katia, potete trovarla alla pagina Facebook “Le escursioni di Katia tours”.

La Riviera Maya ha un clima tropicale e caldo tutto l’anno. Il periodo migliore per organizzare un viaggio va da Novembre a Febbraio quando il clima è più secco e fresco.

Per quanto riguarda le discoteche che potete trovare a Playa del Carmen ce n’è davvero per tutti i gusti: dal famosissimo Coco Bongo, che però non è molto economico, al Blue Parrot, il nostro preferito, che organizza spesso schiuma party molto divertenti.

Su ogni spiaggia, di fronte ai vari resort, ci sono centri diving e di altri sport acquatici che organizzano immersioni ed altre attività. Noi abbiamo provato il parasailing e ci è piaciuto moltissimo.

 

003

Parasailing a Playa del Carmen

 

Buon viaggio e

Welcome Troubles

Ste e Francy

One comment on “L’allegria di Playa del Carmen

Rispondi
Your email address will not be published. Required fields are marked *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: