search instagram arrow-down

Text Widget

Ogni volta che andiamo a Torino restiamo sempre più colpiti da questa città e da ciò che ha da offrire. Torino è una città spaziosa, luminosa, si snoda sulle rive del Po’ con le sue strade pulite, le ampie piazze con i porticati, gli edifici maestosi ed eleganti. Torino è una città che ti toglie il fiato e ti lascia a bocca aperta.

Abbiamo raggiunto Torino con il treno ad alta velocità, impiegandoci poco più di un’ora. Era una giornata di primavera inoltrata, quando inizia a fare caldo. Una volta usciti dalla stazione di Porta Nuova, si è aperta davanti ai nostri occhi la piccola piazza San Carlo Felice, racchiusa dai tipici porticati torinesi. Proprio sotto questi porticati si trova il bar/pasticceria “Roma Già Talmone”, dove ci siamo concessi una colazione. Abbiamo iniziato poi a camminare dritto davanti a noi, lasciandoci la stazione alle spalle e costeggiando le vetrine dei negozi. Proseguendo per questo cammino ci siamo ritrovati a piazza S. Carlo. Si tratta della prima piazza torinese in cui ci siamo imbattuti e rispecchia le altre in quanto a grandezza e luminosità. Interamente circondata da portici, la piazza è famosa per le due chiese che si trovano ad una delle estremità: la chiesa di S. Carlo Borromeo e la chiesa di Santa Cristina, note come le chiese gemelle. I torinesi chiamano questa piazza “il salotto di Torino”.

 

22790944_1272049102940705_943844130_o

Piazza S. Carlo, Torino

Oltrepassando la piazza S. Carlo abbiamo proseguito in linea retta, allontanandoci sempre di più dalla stazione di Porta Nuova. Continuando a camminare abbiamo oltrepassato lo splendido museo egizio, che entrambi avevamo visitato in precedenza,     (costo per persona 15 euro), e poco distante, abbiamo ammirato la galleria Subalpina, una delle tre gallerie coperte di Torino, che riprendono i famosi passages parigini.  Il tetto della galleria è completamente di vetro e lascia filtrare la luce del sole, Torino è una città da vivere a piedi e da scoprire ad ogni angolo.

22833376_1272760239536258_1265307472_o

Galleria Subalpina, Torino

 

Continuando a camminare abbiamo raggiunto una delle più grandi piazze di Torino: piazza Castello. Piazza Castello è sede di alcune delle più importanti attrazioni della città: il Palazzo Reale, il Teatro Regio, Palazzo Madama e la Real Chiesa di San Lorenzo, che fu per un periodo di tempo il luogo d’esposizione della Sacra Sindone , e che oggi ospita la sua copia, visitabile per i turisti ( La sacra sindone è conservata nel Duomo di Torino ma è visibile solo in alcune occasioni).Insomma una piazza tutta da visitare, simbolo della storicità e della ecletticità di Torino.

Sempre qui troviamo il Palazzo Reale, un tempo dimora dei Savoia, oggi è completamente visitabile: le stanze abitate dai reali arredati in stile barocco, la biblioteca reale, l’armeria, Palazzo Chiablese, il museo archeologico, la galleria sabauda, ed i suoi curatissimi giardini reali. La struttura è patrimonio dell’UNESCO. Il prezzo del biglietto comprende l’intero polo reale ed è di soli 12 euro, il primo mercoledì del mese è gratuito.

 

 

22790910_1272049106274038_778057775_o.jpg

Palazzo Reale, Torino

 

 

22834562_1272750359537246_1525438749_n

Giardini, Palazzo Reale

Vi consigliamo di fermarvi per un aperitivo al Caffè Reale, all’interno del palazzo. Il luogo è davvero curato e particolare, ha grandi vetrate in cui sono esposte numerose porcellane, sembra quasi un piccolo museo. I prezzi sono abbastanza contenuti nonostante la location molto elegante.

Da Palazzo Reale abbiamo imboccato via Pò, una via dritta che conduce al fiume. Prendendo un vicolo ci siamo imbattuti quasi per caso nella Mole Antonelliana che si staglia imponente nel cielo di Torino. Si tratta di uno dei simboli della città, nonché simbolo italiano, è sede del museo nazionale del Cinema.

 

22831237_1272049139607368_1692417976_o.jpg

Mole Antonelliana, Torino

 

Proseguendo su via Po’, ad un passo dal fiume si trova la Piazza Vittorio Veneto, la più grande piazza di Torino. Questa piazza è circondata dai portici sotto i quali si trovano numerosi bar e locali frequentatissimi per l’aperitivo. Il quartiere sempre più frequentato per la movida invece è San Salvario.

Arrivati poi sulle rive del Po’, abbiamo costeggiato il fiume arrivando al Parco del Valentino, famoso parco torinese. Si tratta del parco più antico della città, alla cui estremità si trova il borgo medioevale. Questo è formato da una parte ad accesso libero, si può camminare per le vie del borgo lasciandosi trasportare in un’altra epoca, e una parte a pagamento che consente di visitare il castello ed i suoi giardini. Il parco del Valentino è anche sede della Società Promotrice delle Belle Arti, che espone mostre temporanee, alla quale eravamo diretti per accedere al “Titanic the Artifact Exhibition”.

 

 

Nel parco ci sono svariati chioschetti in cui mangiare, se come noi non volete perdere troppo tempo. Dopo pranzo ci siamo imbattuti in un’altra celebre attrazione di Torino situata nel parco del Valentino: i lampioni innamorati.

 

22878996_1272750526203896_706684083_o.jpg

Lampioni innamorati, Parco del Valentino

Infine per concludere la nostra visita di un giorno alla città di Torino, abbiamo attraversato il fiume e ci siamo diretti verso un punto panoramico sopra la città: il Monte dei Cappuccini. Penso che sia il posto migliore per concludere la visita alla città, assaporare tutte le vie percorse a piedi, ma dall’alto, godersi il tramonto su una delle più belle città italiane.

 

22813009_10214906799411469_1643284993_o.jpg

Monte dei Cappuccini, Torino

Consigli

Raggiungere Torino tramite treno è davvero molto comodo in quanto la stazione di Porta nuova è in una posizione strategica, ti permette di seguire un itinerario che tocca tutte le principali attrazioni della città.

La prima domenica del mese il palazzo reale e altri musei hanno l’accesso gratuito.

Non dimenticatevi di assaggiare il bicerin, tipica bevanda torinese.

Vi consigliamo di visitare il parco del Valentino in primavera quando i suoi giardini sono in fiore.

Buon viaggio e

Welcome Troubles

Ste e Francy

 

 

 

 

 

 

Rispondi
Your email address will not be published. Required fields are marked *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: