Una giornata a Gardone Riviera e visita al Vittoriale degli italiani

Durante le calde giornate estive abbiamo sempre molti impegni lavorativi e può diventare difficile organizzare viaggi o weekend fuori porta. Così cerchiamo di ritagliarci quante più occasioni possibili per fare delle gite di una giornata, alla scoperta delle bellezze che circondano il nostro paese. Qualche giorno fa è stata la volta di Gardone Riviera, una bella località sul lago di Garda dove tra le altre sorge il Vittoriale degli italiani. Dopo una mattinata di visite siamo riusciti a trascorrere qualche ora di relax e di sole, su una delle spiaggette che si affacciano sul lago, che dire, una gita ed una giornata di riposo perfetta!

Il Vittoriale degli italiani

Il Vittoriale degli italiani è la sontuosa dimora dello scrittore Gabriele D’Annunzio, che abitò qui negli ultimi 17 anni della sua vita, e morì proprio in una delle sue stanze, nel 1938. Noi abbiamo scelto la visita completa della casa e dei giardini, che comprende un breve percorso guidato all’interno delle stanze ad un costo di 16 euro.

La visita guidata è molto interessante in quanto lo scrittore era una personalità molto eclettica e particolare, e per tutta la sua vita ha preparato la sua casa in modo da trasformarla in un museo auto-celebrativo dopo la sua morte. Gli ambienti sono quasi tutti molto scuri e cupi, in quanto D’Annunzio aveva perso la vista da un occhio e dall’altro non tollerava l’esposizione alla luce, ma sono ricchi di oggetti e molto interessanti. Una particolarità che ci ha colpito è che all’ingresso della sua abitazione l’artista aveva fatto preparare due soggiorni: uno per accogliere glia amici, ed uno per accogliere i seccatori (spesso i creditori gli facevano visita, e restavano ad aspettarlo anche per 7/8 ore). Insomma un personaggio davvero particolare, che ha riflesso la sua personalità anche nella sua casa: a chi non piacerebbe avere lo stesso doppio soggiorno a casa propria? D’Annunzio non amava molto ricevere ospiti in generale, era la moglie ad occuparsi dell’intrattenimento dei visitatori. Addirittura, nella tavola della sala da pranzo (dove lui raramente mangiava, il più delle volte passava solo per un saluto) a capotavola dove avrebbe dovuto sedere il padrone di casa, svettava Carolina: la tartaruga che un tempo aveva abitato i giardini della villa, ma che era purtroppo morta di indigestione e la cui statua doveva servire da monito per i commensali che non dovevano abbuffarsi per non finire come lei.

Dopo la villa siamo passati alla visita libera del museo della guerra annesso alla casa e successivamente siamo entrati negli immensi giardini. Qui sono presenti numerose opere, fontane, un frutteto, ed è davvero piacevole passeggiare per ammirarne la bellezza. Tra le opere che più ci hanno colpito, incastonate nei giardini della villa, c’è la nave Regia Puglia, una delle protagoniste della prima guerra mondiale, che è stata poi rimontata qui da D’Annunzio, posta con la prua in direzione del lago. è possibile visitare anche solo i giardini ad un costo di 10 euro.

Fondazione Heller

A poca distanza dalla dimora di Gabriele D’Annunzio sorge la Fondazione Heller, un immenso giardino botanico che raccoglie specie di piante da tutto il mondo. L’intera fondazione è un’opera d’arte e raccoglie al suo interno diverse tradizioni e culture religiose: elementi tradizionali giapponesi, statue di Buddha e di divinità indù, e così via.

Gardone Riviera

Il paese in cui sorge il Vittoriale degli italiani è Gardone Riviera, un paese turistico in cui potrete trascorrere una bella giornata alla scoperta delle molte attrattive. Oltre alla villa, i giardini che la circondano e il giardino botanico della fondazione Heller, il paese si affaccia direttamente sul lago, che si tinge di numerose sfumature che vanno dall’azzurro al verde. Dopo pranzo noi abbiamo scelto di concederci un po’ di relax in una delle numerose spiaggette sulla sponda del lago. Abbiamo visitato diverse spiaggette e diversi paesini del lago di Garda in questi anni, e dobbiamo dire che i colori dell’acqua non ci deludono mai, e che queste zone non hanno nulla da invidiare a località marittime.

Consigli utili

  • Ingresso al Vittoriale con visita guidata della casa, museo della guerra e visita libera dei giardini 16 euro
  • Visita libera dei giardini del Vittoriale degli italiani 10 euro
  • Fondazione Heller ingresso 12 euro
  • Il parcheggio appena fuori dal Vittoriale costa 2 euro all’ora, dopodiché noi abbiamo spostato l’auto, ci sono in paese diversi parcheggi bianchi, alcuni senza nemmeno il disco orario, dalle 14.00 in poi

Speriamo che questi consigli vi siano utili per organizzare una piacevole gita sul lago di Garda!

Welcome Troubles,

Francy & Ste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close