On the road per la Toscana

Non ci era mai capitato di organizzare un viaggio on the road, ma l’idea di spostarci con la nostra auto, per decidere completamente in autonomia il nostro itinerario e poterlo modificare anche al momento, ci ha sempre stuzzicato. Durante la quarantena, abbiamo iniziato a pensare a cosa avremmo fatto quando sarebbe di nuovo stato possibile viaggiare, a dove saremmo potuti andare, a quali mezzi avremmo potuto utilizzare. L’idea di un tour della Toscana in macchina è venuta così, quasi per caso, ed è stata una delle decisioni migliori che abbiamo mai preso.

Il nostro tour è iniziato con un’idea generale, una serie di punti che volevamo assolutamente toccare, ma poi (ed è proprio questo il bello di un on the road in macchina) è stato modificato e si e plasmato piano piano, strada facendo. Chilometro dopo chilometro abbiamo aggiunto, modificato, visto paesi che non avevamo pianificato, e siamo anche tornati più volte in posti che invece ci sono piaciuti da morire. L’idea generale era quella di raggiungere subito il punto più a sud che volevamo toccare, per poi risalire all’interno della regione. Ciò che non volevamo perderci erano: Montepulciano, Monteriggioni, San Gimignano e Firenze. I giorni di viaggio dovevano essere tre, ma piano piano sono diventati sette, e le mete che non volevamo assolutamente perderci, molte di più.

Montepulciano

Montepulciano è la prima cittadina che volevamo toccare. Si tratta di uno dei borghi più famosi della regione, per moltissime ragioni, tra cui il vino rosso che viene prodotto qui, i film che vi sono stati girati, o il tempio di San Biagio, che si staglia maestoso al termine di un viale di cipressi, tra la campagna toscana. Davvero un sogno ad occhi aperti. La cittadina poi è un susseguirsi di piazze, palazzi ed antiche chiese, stradine e scorci che si aprono sul panorama circostante. Insomma non avremmo potuto iniziare meglio il nostro viaggio.

Tempio di San Biagio, Montepulciano

Val d’Orcia

Una volta oltrepassato Montepulciano, avremmo dovuto iniziare la via del ritorno, risalendo verso il nord della Toscana per fermarci alla tappa successiva. Tuttavia la cittadina medioevale si trova proprio al margine della Val d’Orcia, così che non abbiamo resistito alla tentazione di attraversarne una parte in auto. Siamo passati in auto tra campi di papaveri, colline, cipressi, piccole chiese e cittadine, con i finestrini abbassati e la musica alla radio. Non era prevista nel programma del nostro tour, ma la Val d’Orcia è stata la parte che più abbiamo amato di tutto questo viaggio. Il nostro itinerario ha toccato Pienza e San Quirico d’Orcia, prima di proseguire verso Siena, ma avremmo potuto proseguire all’infinito tra le stradine che si snodano in mezzo alla campagna. Purtroppo abbiamo dovuto rinunciare a raggiungere Montalcino, altra importante metà per chi visita la Val d’Orcia.

San Quirico d’Orcia

San Galgano

Una volta passati oltre gli splendidi panorami della Val d’Orcia ci siamo diretti verso Monteriggioni (poco lontano da Siena). Lo scenario fuori dal finestrino è leggermente cambiato, anche se il susseguirsi di colline, campi di grano, vigneti, ha continuato a incantarci ad ogni chilometro percorso. Prima di raggiungere la meta prestabilita, abbiamo fatto una piccola deviazione per raggiungere l’Abbazia di San Galgano. La struttura è maestosa e davvero molto suggestiva. Risalente al 1200, si tratta di una Chiesa gotica un tempo abitata dai monaci, ma, dopo una serie di eventi è stata abbandonata, e ha perso completamente il tetto a causa di un fulmine che colpì il campanile nel corso dei secoli. Ora le sue sole mura sorgono silenziose e imponenti al centro di un grande prato, e rappresentano davvero una delle chiese più suggestive che abbiamo mai visto. A San Galgano inoltre potete visitare la vera spada nella roccia, che si dice essere stata conficcata appunto da Galgano, e rappresenta uno dei numerosi miracoli compiuti dal Santo.

Abbazia di San Galgano

Siena

Il nostro viaggio è proseguito verso Monteriggioni, ma prima di raggiungerla, abbiamo deciso di fermarci a cenare a Siena. Se parliamo di questa città è inevitabile pensare al famoso palio e alla piazza del Campo. In realtà questa meravigliosa piazza, sulla quale domina là Torre dei Mangia, era importante già ai tempi dei romani, è tuttora anche quando non si tiene il palio, è un importante luogo di ritrovo e aggregazione per tutti i senesi. Abbiamo cenato qui, in una piccola taverna poco lontano da questa piazza, e ci è piaciuto così tanto che siamo tornati anche la sera successiva.

Piazza del Campo, Siena

Monteriggioni

Monteriggioni è un borgo molto piccolo, circondato da mura e diverse torri. Costruito sulla cima di una collina, tra campi, vigneti ed ulivi, ha svolto per anni un’importante funzione militare e difensiva. Oggi poter salire sulle sue mura per godere del panorama circostante, o passeggiare tra le sue antiche strade lastricate in pietra, è davvero incredibile.

Monteriggioni

San Gimignano

Il nostro viaggio è proseguito poi alla volta di San Gimignano, che si trova circa a metà strada tra Siena e Firenze. Questo borgo è più grande di Monteriggioni, e tra le sue particolarità ci sono l’importante produzione di zafferano e di un noto vino bianco, il vernaccia di San Gimignano. Un tempo in questa cittadina sorgevano ben 72 torri, costruite dalle famiglie più ricche sia per una questione militare, sia per mostrare a tutti la propria potenza e ricchezza. Oggi delle numerose torri ne restano solo 14, tuttavia una visita qua e d’obbligo, se vi trovate in zona. Da qui e sulla strada per Firenze, è facilmente raggiungibile anche Volterra, potete leggerne di più qui.

San Gimignano

Firenze

Che dire di Firenze, non era la prima volta che la visitavamo, eppure non potevamo pensare di passare per la Toscana senza fermarci almeno un giorno qui. Avendola già vista, abbiamo deciso di prendercela con calma, di andare alla scoperta quasi casuale dei suoi meravigliosi monumenti, assaporarci un gelato mentre ammiravamo il duomo, di passeggiare durante la golden hour vicino a Ponte Vecchio, di goderci il tramonto da piazzale Michelangelo. Per ogni informazione vi rimandiamo ad un altro articolo che abbiamo scritto, Cosa fare e vedere a Firenze, ma vi consigliamo di prendervi una giornata così, se decidete di fare un tour simile: passeggiare tra le vie di una città d’arte come Firenze, senza una precisa meta, solo per assaporare al meglio questo luogo.

Piazzale Michelangelo, Firenze

Pisa

Chi non ha mai sognato di vedere da vicino la famosissima torre di Pisa e passeggiare per la piazza dei Miracoli? L’effetto di tutto quel bianco, in una giornata di sole, che contrasta con il blu del cielo ed il verde del prato è davvero una cosa incredibile. Dovevamo passarci di sfuggita, ma alla fine siamo rimasti ore, tra un piatto di pici al ragù ed un riposino nel prato, di fronte a tanta meraviglia.

Piazza dei Miracoli, Pisa

Lucca

E infine è arrivata l’ultima tappa del nostro tour toscano: Lucca. Un centro storico visitabile a piedi, negozietti e ristorantini, completamente circondata da mura che si possono percorrere passeggiando. Abbiamo aggiunto questa tappa quasi per caso ad essere sinceri, ma l’abbiamo amata. Una città ideale in cui vivere, dove le persone sono sorridenti e disponibili, dove le giornate sembrano scorrere lente tra una passeggiata sulle mura ed un giro nel centro storico.

Lucca

Questo è stato il nostro piccolo tour della Toscana, un viaggio in parte pensato ed in parte improvvisato, ma che ci ha conquistato città dopo città, borgo dopo borgo. Se volete organizzarvi, potete scegliere di trascorrere le notti in diverse città, noi abbiamo optato per Montepulciano, Monteriggioni, Firenze e infine Lucca, punti strategici perfetti per visitare ogni città di cui vi abbiamo parlato! Speriamo di esservi stati utili, per qualsiasi ulteriore informazione o consiglio scriveteci pure!

E come sempre, buon viaggio e Welcome Troubles,

Francy & Ste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close