Breve tour delle Langhe piemontesi

In una giornata di inizio autunno, mentre il sole è ancora tiepido ed i colori della natura iniziano ad assumere i toni del rosso e dell’arancione, siamo partiti in direzione Piemonte, per vedere i luoghi di nascita di vini pregiati e famosi in tutto il mondo, ma anche luoghi incredibili, colline, castelli ed antichi borghi medioevali.

Langhe del Barolo

Le langhe

Ciò che più eravamo impazienti di vedere era la famosa zona delle langhe, termine che può essere tradotto come lingue di terra, oppure anche terreno incolto. Nel pratico si tratta di una zona collinare, situata in Piemonte, tra le province di Cuneo ed Asti. Un panorama ondeggiante, fatto di salite e dolci discese, un susseguirsi di terreni coltivati, vigneti, che cambiano nome a seconda della specialità che producono: le Langhe del Barolo, le Langhe del Barbaresco, le Langhe del Asti. Tra queste svettano poi meraviglioso castelli, piccole cappelle isolate, Borghi medioevali, aziende agricole con le loro degustazioni di vino e prodotti tipici.

Alba

La nostra prima tappa è stata la cittadina di Alba, piccola ma comunque tra le più importanti del territorio delle Langhe. Il patrimonio storico ed architettonico di questa città è davvero molto vasto, partendo dalla meravigliosa Cattedrale di San Lorenzo, potrete fare una passeggiata nel centro cittadino. Alba viene chiamata anche la città delle 100 torri, vista l’alta concentrazione di torri costruite nei secoli per difendere il territorio. Se vi trovate in zona allora di pranzo, vi consigliamo di non farvi scappare uno dei loro prodotti per eccellenza: i tajarin al tartufo bianco. La città è così famosa per il Tartufo bianco grazie anche alla Fiera Internazionale ad esso dedicata, che si tiene proprio in autunno.

Trattoria del Bollito, Alba

Castello di Serralunga

Il castello di epoca trecentesca domina un territorio meraviglioso fatto di colline e vigneti sconfinati. Si trova a circa 15 minuti d’auto da Alba, tuttavia ciò che incontrerete sul vostro cammino vi porterà a impiegarci il triplo del tempo, perché sarà impossibile non fermarsi per ammirare il panorama o fare qualche scatto! Il castello non è mai stato trasformato in una residenza, e nemmeno è mai stato interessato da particolari attività belliche, per questa ragione è giunto fino a noi in perfette condizioni. La dimora era infatti utilizzata come sede di controllo per o campi circostanti, e dalla sua sommità, si può godere di un panorama ineguagliabile. Da giugno 2020 le visite al castello sono solo il venerdì, sabato e domenica, potete controllare orari e visite tramite il sito ufficiale.

Castello di Serravalle d’Alba

Cappella del Barolo

Una volta risaliti in auto potete proseguire per un’altra quindicina di minuti, per raggiungere il vicino borgo di Barolo. Il nome è già di per se un biglietto da visita: il vino Barolo infatti è famoso in tutto il mondo. In questo paesino potete visitarne addirittura un museo dedicato. Il borgo è molto piccolo è famoso soprattutto per il castello dei marchesi Falletti che ne domina il centro. Noi non siamo riusciti a farci scappare la famosa Cappella del Barolo, una piccola chiesetta costruita a inizio 1900 per essere rifugio dei contadini che lavoravano i campi, in caso di temporali improvvisi. La cappella è stata poi decorata in anni più recenti da due artisti amanti del Barolo. Di lei hanno detto che è il luogo perfetto per meditare e pensare, magari in compagnia di qualche amico, mentre si sorseggia un calice di Barolo e si ammira il panorama!

Cappella del Barolo

Novello

Il nostro breve tour si è concluso con la visita ad un altro meraviglioso borgo: Novello. L’ingresso al piccolo centro abitato è attraverso un’antica porta medioevale, dietro la quale si trova già la Chiesa. L’atmosfera è simile a quella degli altri Borghi, piccole casette, strade strette, un sentiero che consente di ammirare il panorama circostante, ed un meraviglioso castello in stile gotico. Purtroppo questo non è mai visitabile, è disponibile solo per matrimoni ed eventi, ma la vista da fuori è già sufficiente.

Castello di Novello

Sicuramente questo è solo un assaggio del meraviglioso territorio delle Langhe, speriamo di poter organizzare presto un’altra fuga per conoscere al meglio tutte le particolarità di questa terra sorprendente. Speriamo di avervi convinto a farci presto un salto, e ci raccomandiamo, non fatevi mancare una degustazione di vini, o almeno un calice di una delle specialità del luogo!

Buon viaggio e welcome troubles

Francy e Ste

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Io abito a dieci chilometri da Alba quindi sono “leggermente” di parte, ma non posso fare a meno di dire che avete scelto una zona bellissima per trascorrere una vacanza. Purtroppo non è ancora molto conosciuta a livello internazionale, ma piano piano ci arriveremo 😉

    "Mi piace"

    1. Sono zone stupende!! Piano piano siamo sicuri che tour o vacanze di questo tipo vengano sponsorizzate sempre più, sono luoghi bellissimi!!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...