Le isole Borromee

L’Isola dei Pescatori, l’Isola Bella e l’Isola Madre è un insieme di tre isolette all’interno del lago Maggiore, ed insieme, formano l’arcipelago delle isole Borromee. Queste splendide isole si trovano in Piemonte, esattamente di rimpetto alla cittadina di Stresa. Raggiungerle è estremamente facile, bastano pochi minuti di barca da uno dei diversi porti lungo la costa. Ci sono numerose barche e differenti compagnie di navigazione, che per circa 10 euro vi accompagneranno su una delle isole, offrendo spesso un pacchetto con il quale è possibile visitare tutte le isole.

Isola dei pescatori

L’isola dei pescatori è la prima delle isole su cui siamo approdati. Si tratta del più caratteristico villaggio di pescatori del lago Maggiore, dove ancora una cinquantina di persone continua a vivere, aggrappata alle sue tradizioni ed alla vita legata alla pesca. L’isolotto è costituito tra viette strette che si intersecano tra loro, sentieri ciottolati e strade che si aprono sul lago. Abbiamo passeggiato all’ombra, tra antiche casette e nuovi ristoranti, molti dei quali con terrazze panoramiche. Se decidete di passare una giornata sulle isole Borromee, vi consigliamo di pranzare qui, dove potrete gustare specialità di pesce, mentre ammirate il lago Maggiore che si stende di fronte a voi. L’isola ospita lungo il suo perimetro numerose bancherelle ed anche un piccolo museo della pesca.Quando avrete finito di mangiare non resterà molto se non rilassarsi su questa deliziosa isola, e se vi resta tempo, date un’occhiata alla piccola Chiesa di San Vittore, risalente all’anno Mille.

 

32293878_1418068651672082_14636767508430848_n
Isola dei Pescatori, Lago Maggiore

 

L’Isola Bella

L’Isola Bella è probabilmente la più spettacolare tra le isole borromee. I lavori di costruzione del palazzo che domina l’intera isola furono iniziati nel 1600 da Giulio Cesare II Borromeo, e continuati dopo la sua morte dal fratello. Proprio alla moglie di quest’ultimo è stata dedicato l’intero palazzo, che ha portato a denominare in seguito l’isola Bella, come Isabella d’Adda.

Il costo per la visita del palazzo e dei suoi giardini è di 16 euro ma ne vale assolutamente la pena. Una delle cose che più ci ha colpito della visita interna è stata sicuramente il Salone Grande, un enorme sala bianca caratterizzata da numerose finestre affacciate sul lago, che illuminano l’intero stanza. La maggior parte delle stanze ha le pareti interamente ricoperte da quadri. Lasciata alle spalle la parte superiore del Palazzo scendiamo nei sotterranei per poi accedere ai giardini.

La parte sotterranea del palazzo è forse ancora più incredibile. Realizzata interamente da pietre e sassi provenienti da torrenti o dal lago, la parte sotterranea si divide in sei stanze, plasmate come se fossero delle vere e proprie grotte.

 

32247388_1418068098338804_7164625728904888320_n
Area sotterranea, Villa Borromeo

 

Una volta usciti dal palazzo ci troviamo nei suoi stupendi giardini, organizzati su dieci terrazze. Il primo luogo che attrae la nostra attenzione è la serra che fa capolino in cima ad una scalinata, già da qui, si può ammirare la vasta varietà di fiori e piante presenti nella villa. La cosa più particolare di tutte, è una struttura denominata il teatro, dove in passato si svolgevano gli spettacoli, ma non potrete fare a meno di restare incantati dalla continua presenza di fiori di ogni tipo e colore: dalle splendide azalee, agli alberi di agrumi, fino ai pavoni bianchi che passeggiano eleganti.

 

32205945_1418075445004736_6789759617510408192_n
Teatro, giardini Isola Bella

 

 

31631887_1418068078338806_1847820661611823104_n
Giardini, Isola Bella

 

Isola Madre

Pagando un biglietto di 21 euro si possono visitare in un’unica giornata sia l’Isola Bella che l’Isola Madre.

L’Isola Madre è sempre di proprietà dei Borromeo, ed è la più grande delle tre isole, questo il perché del nome, oltre al fatto che l’isola fu tra i primi possedimenti della famiglia. Su quest’isola potete ammirare il maestoso palazzo Borromeo e l’incredibile giardino botanico che lo circonda, con la sua grandissima varietà di piante e fiori, oltre che ancora i rari pavoni bianchi e quelli colorati, fagiani e pappagalli che volano liberi nel giardino.

Buon viaggio e

Welcome Troubles

Ste & Francy

Annunci

La moderna Milano

Milano, riconosciuta in tutto il mondo come la capitale della moda e della movida italiana, una città in grado di unire il buon cibo, l’arte e  la cultura.

Essendo nati e vissuti nel nord Italia, abbiamo visitato spesso Milano in numerose vesti, ma questa volta abbiamo provato a farlo prestando più attenzione ai dettagli, come se fossimo dei veri e propri turisti che visitano la città per la prima volta. Ci sono molti modi per raggiungere il centro città che è davvero ben collegato dai mezzi di trasporto. Il modo più semplice e veloce per visitare la città è sicuramente quello di raggiungere le zone in periferia e poi utilizzare la metro per spostarsi. Noi abbiamo utilizzato le linee MM1 ed MM3, la rossa e la gialla, per raggiungere il cuore della città: Piazza Duomo.

31357909_1407841812694766_4915304566615965696_n
Piazza Duomo, Milano

Il più famoso simbolo della città è sicuramente il Duomo con la sua “Madunina“. La piazza davanti ad esso si riempie ogni giorno di turisti in tutte le ore della giornata, i quali decidono di visitare la basilica sia all’interno che sulle sue terrazze. Il prezzo per la visita completa è di 16 euro, ma si può decidere di visitare le sole terrazze ad un prezzo di 13 euro (con la salita in ascensore) o 9 euro (con la salita a piedi). Vi consigliamo particolarmente la salita sulle terrazze: ammirare da vicino le guglie ed il panorama su Milano è davvero un’esperienza unica.

31389191_1407842002694747_9171440011025842176_n
Terrazze sul Duomo, Milano

Ai lati del Duomo ci sono tre punti turistici fondamentali: guardando dirimpetto la basilica, sulla destra potete trovare il Palazzo Reale, sede di numerose mostre, ed il Museo del Novecento, dove è esposto il famoso quadro “Il quarto Stato” di Pelizza da Volpedo. Sulla sinistra invece trovate uno degli ingressi della galleria Vittorio Emanuele II, che collega Piazza Duomo con Piazza La Scala. La galleria Vittorio Emanuele è stata costruita nell’800, e da subito, per la presenza di negozi eleganti e di raffinati locali, venne considerata come punto di ritrovo per l’alta borghesia milanese. Al centro della galleria si trova sul pavimento un mosaico raffigurante un toro: è rituale scaramantico posare il tacco della scarpa e girare tre volte su sé stessi: si dice che facendolo presto tornerai a Milano. All’interno della galleria si trovano negozi di alta moda quali Louis Vuitton e Versace, ed è proprio per la presenza di questi negozi che la galleria Vittorio Emanuele II è considerata come un esempio dei primi centri commerciali al mondo.

31444669_1407842106028070_1251617572441292800_n
Galleria Vittorio Emanuele II, Milano

Continuando a camminare sotto la galleria, lasciamo alle nostre spalle la Piazza del Duomo ed entriamo direttamente in Piazza la Scala, sede del famoso teatro. Il Teatro la Scala è uno dei teatri più prestigiosi del mondo, inaugurato nel 1778, è oggi sede di rappresentazioni d’Opera, balletti e concerti. Sempre qua si affaccia Palazzo Marino, sede dell’amministrazione comunale di Milano. Da questa piazza si può inoltre facilmente raggiungere la via Monte Napoleone, si tratta della via più lussuosa di Milano e fa parte del quadrilatero della moda. Qui potete passeggiare tra le vetrine delle più note e importanti marche a livello mondiale.

Tornando sui nostri passi verso Piazza Duomo, possiamo facilmente raggiungere a piedi la Chiesa San Bernardino alle Ossa, vicina alla Basilica di Santo Stefano, un luogo macabro e misterioso costruito nel 1200. Qui le pareti di una piccola cappella sono completamente decorate da teschi e altri resti di ossa umane. Fondata dalla confraternita dei disciplini, rimane un mistero l’originale provenienza delle ossa che sembrano risalire ai numerosi corpi di un vicino ospedale, troppi pare per essere contenuti nel cimitero annesso. Al centro della Chiesa si trova una botola attraverso la quale si accede alla Cripta dei Disciplini, che ospita i resti degli antichi appartenenti alla confraternita.

31369119_1407849839360630_918415796324007936_n
Chiesa San Bernardino alle Ossa, Milano

 

Non lontano da qui si trova un’altra Chiesa non troppo famosa ma che merita una visita: Santa Maria presso San Satiro. Qui potete ammirare il famoso finto coro di Bramante, un capolavoro della pittura in prospettiva, simbolo della pittura rinascimentale italiana.

Se parliamo di Milano ci sono moltissime altre attrazioni turistiche e musei che meritano una visita, quelle che vi abbiamo descritto qui sono solo alcuni dei punti turistici della città, che si possono toccare in una giornata. La Pinacoteca di Brera, la Basilica di San Ambrogio, il Castello Sforzesco e molti altri meritano senz’altro di essere visti. Inoltre pur essendo una grande città, Milano è dotata di molti parchi e spazi verdi in cui rilassarsi o fare una passeggiata, come il rinomato Parco Sempione, per citarne un esempio.  La nostra visita a Milano era legata ad un importante evento che ha sede ogni anno nella città, il Fuorisalone, che insieme al Salone del Mobile costituisce la Design Week di Milano. Il Fuorisalone comporta una serie di installazioni, eventi e feste per tutta la città nel corso di sei giornate, ed è il più importante evento di design a livello mondiale, che richiama a sé turisti da tutto il mondo. Le installazioni si snodano in tutta la città, ed una parte di queste si concentrano nell’università Statale di Milano. L’Università è stata fondata nel 1923 ed ha sede nell’edificio rinascimentale della Ca’ Granda. Nei chiostri dell’università erano esposte diverse installazioni e hanno reso la nostra visita a Milano davvero insolita ed interessante.

31408466_1407867089358905_7496726447206170624_n

31466640_1407867126025568_5999470649905512448_n

31417039_1407867276025553_6532173742821343232_n

 

Nonostante ci siamo già stati molte volte, ogni volta che visitiamo Milano troviamo qualcosa di diverso, ogni volta la città è cambiata, è più grande, più moderna. Milano è una città eclettica, offre sempre progetti nuovi o installazioni, è una città in continuo movimento. Ogni volta che la visitiamo capiamo sempre di più perché turisti da tutto il mondo sognano di visitarla un giorno.

Buon viaggio e

Welcome troubles

Ste & Francy

Profumo di Natale a Verona

Verona è una splendida cittadina, ma quando si avvicina il periodo natalizio, le sue strade si tingono di una luce nuova, un’atmosfera quasi magica che con bancherelle e mille profumi pervade l’intera città.

Abbiamo raggiunto Verona in treno, una mattina di inizio Dicembre, l’aria era fredda e pungente ma la giornata era limpida. Subito ci siamo incamminati verso il centro, partendo dalla stazione di Porta Nuova raggiungendo così in seguito la celebre Arena, intorno alla quale nel periodo natalizio viene installata un’enorme stella cometa e numerose bancherelle di Natale. L’ingresso all’Anfiteatro Arena ha un costo di 10 euro per gli adulti, ad eccezione della prima domenica del mese in cui si può  visitare l’arena al costo di un euro. La costruzione dell’Arena risale al I secolo d.C ed è stata costruita per accogliere spettacoli di vario tipo, tutt’oggi è sede di numerosi concerti ed eventi.

 

IMG_0103.JPG
Arena di Verona

 

 

Nei pressi dell’Arena troviamo il municipio e la Piazza Brà, contornata da numerosi locali e ristoranti. Da qui abbiamo imboccato Via Giuseppe Mazzini, una delle principali vie dello shopping della città. Questa via permette di spostarsi facilmente da Piazza Brà sino a Piazza delle Erbe. Quest’ultima è una delle più famose Piazze di Verona, sorge sull’antico foro romano e durante i secoli fu spesso punto di incontro per commercianti e sede di mercati. Anche qui troviamo mercatini di natale, numerose bancherelle che offrono vin brulè e souvenir della città.

 

IMG_0075.JPG
Piazza Brà, Verona

 

Attraversando l’arco della Costa, abbiamo lasciato alle nostre spalle Piazza delle Erbe e abbiamo raggiunto Piazza dei Signori. Anche qui durante il periodo natalizio vengono installate numerose bancherelle. Noi ne abbiamo approfittato per un veloce pranzo a base di hot-dog bavaresi, e non ci siamo lasciati sfuggire la casetta bavarese allestita al centro della piazza in cui potete trovare addobbi di Natale di ogni tipo. Tra le due piazze si trova il famoso Palazzo della Ragione, anche questo ricoperto da bancherelle. Il Palazzo è sede della galleria d’Arte Moderna della città ed ospita mostre periodiche. Qui si trova la Torre di Lamberti, una lunga scalinata vi porterà sino alla cima (anche se vi è la possibilità di prendere l’ascensore aggiungendo un euro al biglietto di ingresso) dove potrete godere di una bellissima vista sulla città ed in particolare sulle piazze principali. Dietro Piazza dei Signori si trova la piccola chiesa di Santa Maria Antica, insieme alle tombe in stile gotico della dinastia degli Scaligeri.

Tornando su Piazza delle Erbe è possibile raggiungere facilmente un altro importante simbolo della città di Verona: la casa di Giulietta. Qui abitò Giulietta Capuleti, sul cancello di ingresso troviamo lo stemma della famiglia. Entrando nel cortile troviamo il balcone dal quale, secondo la celebre opera di Shakespeare, la giovane fanciulla si affacciava per parlare con il suo Romeo. Sotto il balcone si trova una statua in Bronzo che raffigura Giulietta. Innamorati da tutto il mondo giungono in questo luogo romantico per giurarsi amore eterno attraverso scritte e lucchetti appesi nel cortile della casa. Il luogo è sempre molto affollato.

 

25530383_1309824479163167_1667798650_o.jpg
Balcone della casa di Giulietta

 

img_0124.jpg
Muro con i lucchetti, casa di Giulietta

 

 

 

In seguito ci siamo avviati verso il fiume, costeggiando le sue rive fino a raggiungere il Ponte Pietra. L’Adige taglia a metà la città di Verona ed è attraversato da numerosissimi ponti ma i più famosi sono il Ponte Scaligero ed il Ponte Pietra. Proprio quest’ultimo è stato ricostruito più volte nel corso degli anni, in seguito a crolli dovuti alle piene del fiume e ai bombardamenti da parte dei nazisti. Il Ponte Scaligero invece è integrato alla fortezza di Castel Vecchio e rappresentava la via di fuga del Signore di Verona in caso di attacco.

 

25577342_1309824282496520_1042710988_o
Ponte Pietra, Verona

Dopo aver attraversato il fiume, ci siamo diretti verso Castel San Pietro, uno dei punti panoramici di Verona. Salita e discesa in funicolare costano solo 2 euro, anche se potete sempre decidere di salire a piedi. L’ora consigliata per visitare questo punto panoramico è al tramonto, quando la luce che illumina la città è davvero suggestiva. Dalla cima si ha una vista sul teatro romano sottostante e su tutta la città. Un secondo punto panoramico è il Santuario della Madonna di Lourdes, che si trova ancora più in alto rispetto a Castel San Pietro ed offre bellissimi percorsi panoramici per raggiungere la piccola cappella del santuario.

 

 

 

25593208_1309824092496539_2137756627_o.jpg
Castel San Pietro, Verona

 

 

Ritornando verso sera nel centro storico abbiamo fatto una breve sosta per ammirare il Duomo di Verona e l’intero complesso. Si trova nella zona medioevale non lontano dal Ponte Pietra.

Con l’arrivo della sera la città si tinge di nuovi colori e si illumina di una luce diversa, forse ancora più bella.  Verona è considerata da molti come la città dell’amore, infatti fa da sfondo ad una delle più travagliate storie di amore e passione conosciute al mondo. Richiamati dall’amore incancellabile tra Romeo e Giulietta, migliaia di turisti visitano Verona ogni anno, e nessuno ne resta deluso. Sia che non ci siate mai stati, sia che l’abbiate visitata in altre stagioni vi consigliamo di farci un salto.

Buon viaggio e

Welcome Troubles

Ste e Francy

 

 

I 10 consigli per prenotare un volo online

Sempre più frequentemente le persone che organizzano un viaggio decidono di ammortizzare i costi di prenotazione evitando le agenzie di viaggio, e prenotando comodamente il proprio volo da casa. Ormai acquistare un volo online è diventato semplicissimo e a portata di clic: potete utilizzare una carta di credito, o se preferite una carta prepagata, inserire i dati dei viaggiatori ed il gioco è fatto. Ecco a voi i punti principali da seguire quando si vuole prenotare un volo online.

Navigare in incognito: online potete trovare ovunque consigli su come navigare ed effettuare ricerche in modalità incognito. Quando effettuiamo una ricerca per una tratta aerea per esempio, il nostro computer lascia sul sito della compagnia una sorta di traccia del nostro passaggio attraverso i cookies. Più volte effettuiamo la stessa ricerca per monitorare un volo, più la compagnia può alzare il prezzo del volo che stiamo cercando. Effettuando la ricerca in modalità incognito, questo problema si azzera. Nel caso in cui non riuscite ad impostare il vostro browser su incognito, è sufficiente utilizzare server differenti per monitorare i voli e per prenotarli.

Tempistica: solitamente prima si decide di prenotare un volo, più saranno le nostre probabilità di pagare meno. Questo non è sempre assolutamente vero, si possono trovare delle offerte anche a ridosso della data di partenza, ma se sapete di dover partire e avete un periodo di tempo limitato è consigliabile prenotare il vostro volo il prima possibile, per approfittare di un costo più basso ed evitare il rischio che attendendo altro tempo il prezzo aumenti. Tenete monitorato il sito della compagnia aerea che avete scelto per qualche giorno e prenotate in maniera tempestiva quando i prezzi si abbassano. Spesso a Gennaio, dato che è il momento in cui i tour operator propongono e aggiornano i loro pacchetti, si riescono a trovare offerte più convenienti.

Flessibilità: se non avete la necessità di partire in una precisa data, è sempre meglio controllare i voli valutando i prezzi di diversi giorni in modo da trovare quello più conveniente. Tenete presente che se volete fare una gita di qualche giorno, partire e tornare durante la settimana conviene di più rispetto a farlo durante il weekend. Inoltre è sempre consigliabile evitare le partenze in prossimità di una festività, i prezzi si alzano a dismisura.

Motori di ricerca: esistono diversi motori di ricerca che vi permettono di confrontare e cercare offerte tra moltissime compagnie aeree. Per esempio uno dei più famosi motori di ricerca è Skyscanner, che consente di confrontare i prezzi di diverse compagnie per trovare l’offerta più conveniente, consente di selezionare l’opzione aeroporti nelle vicinanze per trovare quello con la tariffa più economica, di selezionare degli scali prefissati e persino di combinare la prenotazione del volo con hotel ed auto a noleggio. Un altro portale web che utilizziamo spesso per la ricerca di un volo è Edreams, che offre praticamente gli stessi servizi di Skyscanner mostrando tutte le tariffe di compagnie aeree diverse. I portali che potete utilizzare sono davvero molti, vi consigliamo di confrontarne sempre almeno un paio perché non ne esiste uno che ha tutte le offerte migliori, bisogna sempre valutarne diversi.

Costi aggiuntivi: quando utilizzate un portale web per trovare offerte di diverse compagnie, ricordatevi che questi hanno sempre dei costi aggiuntivi inseriti dal sito (se prenotate un volo su edreams per esempio, oltre al prezzo del biglietto pagherete una piccola quota ad edreams stesso). Il nostro consiglio è quello di utilizzare il portale web, ma prima di prenotare, controllare il prezzo sul sito della compagnia di cui è stata selezionata l’offerta per valutare dove realmente è più conveniente prenotare.

Viaggiare in gruppo: quando cercate una tariffa è sempre consigliabile cercarlo per una o due persone, anche se si è in gruppo. Infatti spesso le compagnie aeree propongono prezzi più alti a persone che viaggiano in gruppo, rispetto alle tariffe per persone singole

Tasso di gradimento: così come per qualsiasi altra cosa, dal prenotare una stanza d’hotel a svolgere un’attività, anche le compagnie aeree hanno una propria valutazione e delle recensioni effettuate da chi ha viaggiato prima di voi. Se acquistate un biglietto per una compagnia che non avete mai sentito nominare, date un’occhiata alle recensioni su TripAdvisor.

Bagaglio: ricordatevi di controllare sempre misure e peso dei bagagli consentiti dalla compagnia aerea, soprattutto se utilizzate più compagnie durante lo stesso viaggio; infatti ciascuna di esse ha i suoi parametri, e non rispettarli comporta delle sovrattasse parecchio salate. Molte compagnie aeree non comprendono l’opzione animali a bordo, l’unica alternativa è quella di contattare direttamente la compagnia.

Iscriversi: se utilizzate spesso una determinata compagnia aerea, è sempre utile iscriversi al suo sito, in modo da ricevere eventuali offerte e pacchetti vantaggiosi.

Carte: ogni compagnia aerea ha la sua carta sovvenzionata, con la quale è possibile evitare i costi di transazione applicabili durante il pagamento. Per esempio Ryanair inserisce la MasterCard prepagata tra le sue carte sovvenzionate e pagando con questa, non viene applicato il costo di prenotazione.

Buon viaggio e

Welcome Troubles

Ste e Francy

 

 

Prenotare un alloggio nel mondo

Negli ultimi anni sempre più persone hanno smesso di organizzare viaggi tramite le agenzie, ma hanno iniziato a risparmiare rivolgendosi direttamente a compagnie aeree e strutture, tramite l’utilizzo di siti internet e applicazioni. In questo articolo vogliamo parlarvi dei siti che utilizziamo quando vogliamo scegliere una struttura in un determinato luogo o città, a seconda del tipo di alloggio di cui abbiamo bisogno. Ci sono una miriade di portali web che potete visitare e che offrono più o meno gli stessi servizi, ma secondo noi questi sono i migliori e più completi.

Sia che stiate cercando un ostello ad Amsterdam, che desiderate soggiornare in un Bed & Breakfast in Provenza, o che vogliate dormire in un resort ai Caraibi, questi sono i siti che fanno per voi.

Hostelworld ( Ostelli e B&B)

Quando scegliamo di soggiornare in ostello il maggiore sito su cui facciamo affidamento è Hostelworld.com. Questo portale è di semplice utilizzo: si selezionano il luogo, le date ed il numero di persone. Una volta fatto questo passo, è possibile usufruire dei filtri che ti permettono di scremare ulteriormente la tua ricerca a seconda se necessiti di una stanza con bagno privato, una camera singola, una camera in dormitorio misto, oppure in dormitorio solo maschile o solo femminile. Insomma un portale molto fornito in cui è possibile trovare l’ostello a prezzi low cost che fa per te.

Booking ( B&B, Hotel e Resort)

Uno dei maggiori siti che utilizziamo per prenotare una struttura o un hotel quando viaggiamo è sicuramente Booking.com. Booking è un portale web di ricerca, che consente di comparare migliaia di strutture presenti in tutto il mondo, tra hotel, B&B, ostelli e appartamenti, e scegliere quella che più corrisponde alle nostre esigenze. Una volta selezionate le date in cui vogliamo viaggiare, il luogo ed il numero di persone, il sito ci mette a disposizione una serie di strutture, che possiamo ulteriormente filtrare a seconda di quello che stiamo cercando. Noi lo utilizziamo per lo più per hotel e resort, mentre prediligiamo altri siti per la ricerca di appartamenti. Booking presenta diverse tariffe a seconda dei termini di pagamento, alcune strutture devono essere pagate immediatamente tramite carta di credito, mentre altre presentano l’opzione paga in struttura. In entrambi i casi potete scegliere strutture che presentano la cancellazione gratuita fino a pochi giorni prima della partenza, in modo da recuperare l’intera somma in caso dobbiate cancellare il vostro viaggio. Il sito presenta ogni giorno particolari offerte che hanno una validità temporanea, quindi vi consigliamo di tener monitorato il portale e di iscrivervi al sito per ricevere sempre nuove offerte.

Airbnb ( B&B, Appartamenti e Case)

Il sito che prediligiamo quando vogliamo soggiornare in appartamento è Airbnb.it che richiede un’iscrizione gratuita e la creazione di un profilo personale. Airbnb ti mette in contatto con agenzie e proprietari privati che affittano appartamenti e case in ogni parte del mondo. Ogni proprietario ha un proprio profilo e presenta le vecchie recensioni scritte da persone ospitate prima di voi. Potete selezionare la vostra struttura cercando per luogo, fascia di tempo e numero di persone con cui viaggiate. Potete ulteriormente filtrare la ricerca a seconda del numero di bagni, della presenza del wifi, di un posto auto e così via. Airbnb è uno dei pochi portali che ti consente di trovare appartamenti in affitto anche per pochi giorni. Il nostro consiglio è quello di visitare sempre il profilo del proprietario e controllare che vi siano alcune recensioni di chi vi ha soggiornato in precedenza. Vi consigliamo sempre di effettuare pagamenti solo tramite il sito e di diffidare di chi vi propone altri metodi, e di non credere ad annunci di ville di lusso a prezzi stracciati perché spesso non sono veritieri. Mettetevi in contatto con il proprietario e fategli tutte le domande che ritenete opportune, nella maggior parte dei casi sono davvero gentili e disponibili a sciogliere ogni vostro dubbio.

Trivago ( compara le offerte)

Un sito che può rivelarsi davvero utile è Trivago.it. Si tratta di un motore di ricerca che esamina più di 200 siti di viaggio, comparando le varie offerte e permettendoti di selezionare quella più conveniente. Tra questi siti di viaggio possiamo trovare offerte di booking  di cui abbiamo già parlato e molti altri.

065.JPG

Consigli

La zona: è importante verificare il punto in cui si trova l’alloggio che avete scelto. Ovviamente ad una zona più centrale corrispondono quasi sempre prezzi più elevati, mentre le zone periferiche sono solitamente più economiche. Spesso con lo stesso prezzo di hotel in zone ambite, si possono prenotare hotel di qualità molto superiore o per più giorni, in zone periferiche, che sono comunque frequentemente ben collegate dai mezzi di trasporto. Tuttavia a volte l’effettivo risparmio non vale la candela, e un hotel periferico che sembra un vero affare vi farà spendere molti più soldi in mezzi di trasporto per raggiungere il centro o le attrazioni che volete visitare. Valutate bene dunque l’effettiva posizione del vostro alloggio, documentandovi con le mappe offerte dai vari siti di prenotazione o utilizzando Google Maps.

Filtrare la ricerca: ogni volta che effettuate una ricerca ricordatevi di utilizzare i filtri disponibili sui vari siti. Questi vi consentono di selezionare le strutture in base alle caratteristiche che state cercando: un tetto massimo di spesa, una zona particolare, presenza di un bagno privato o in comune, presenza di un posto auto, colazione inclusa, e così via. I filtri vi permettono di guadagnare tempo e selezionare per voi le strutture con le caratteristiche di cui avete bisogno.

Il tasso di gradimento: soprattutto negli ultimi anni, è diventato sempre più frequente lasciare un feedback su internet per valutare ogni nostra esperienza, dagli hotel, ai ristoranti, ad una qualsiasi attività. Controllate le recensioni lasciate sui diversi siti di prenotazione, e confrontatele con quelle lasciate sul portale web di viaggi per eccellenza: TripAdvisor. Leggete i feedback lasciati da altri utenti e fatevi la vostra idea, ma prendete alcuni commenti per le pinze: infatti ogni esperienza è soggettiva e ciò che può piacere ad una persona può risultare sgradevole per qualcun altro.

Le immagini dell’alloggio: quando prenotate un alloggio, indipendentemente dalla qualità e dalle stelle che possiede, accertatevi che sia presente più di una foto descrittiva. Inoltre se confrontate lo stesso hotel su TripAdvisor, potete trovare le foto reali scattate da altri utenti prima di voi.

I metodi di pagamento: ogni struttura offre diversi metodi di pagamento, da quello immediato tramite carta di credito o prepagata, a quello presso la struttura una volta giunti a destinazione. Spesso anche nell’opzione paga presso la struttura è necessario inserire una carta di credito come garanzia di prenotazione. Ci sono inoltre diverse tariffe rimborsabili o non rimborsabili, e tariffe a cancellazione gratuita o meno. Il nostro consiglio è quello di leggere sempre attentamente i termini di pagamento e fare una scelta in base alle proprie esigenze, se non siete sicuri contattate la struttura stessa.

Buon viaggio e

Welcome Troubles

Ste e Francy

 

 

 

Una giornata a Torino

Ogni volta che andiamo a Torino restiamo sempre più colpiti da questa città e da ciò che ha da offrire. Torino è una città spaziosa, luminosa, si snoda sulle rive del Po’ con le sue strade pulite, le ampie piazze con i porticati, gli edifici maestosi ed eleganti. Torino è una città che ti toglie il fiato e ti lascia a bocca aperta.

Abbiamo raggiunto Torino con il treno ad alta velocità, impiegandoci poco più di un’ora. Era una giornata di primavera inoltrata, quando inizia a fare caldo. Una volta usciti dalla stazione di Porta Nuova, si è aperta davanti ai nostri occhi la piccola piazza San Carlo Felice, racchiusa dai tipici porticati torinesi. Proprio sotto questi porticati si trova il bar/pasticceria “Roma Già Talmone”, dove ci siamo concessi una colazione. Abbiamo iniziato poi a camminare dritto davanti a noi, lasciandoci la stazione alle spalle e costeggiando le vetrine dei negozi. Proseguendo per questo cammino ci siamo ritrovati a piazza S. Carlo. Si tratta della prima piazza torinese in cui ci siamo imbattuti e rispecchia le altre in quanto a grandezza e luminosità. Interamente circondata da portici, la piazza è famosa per le due chiese che si trovano ad una delle estremità: la chiesa di S. Carlo Borromeo e la chiesa di Santa Cristina, note come le chiese gemelle. I torinesi chiamano questa piazza “il salotto di Torino”.

 

22790944_1272049102940705_943844130_o
Piazza S. Carlo, Torino

Oltrepassando la piazza S. Carlo abbiamo proseguito in linea retta, allontanandoci sempre di più dalla stazione di Porta Nuova. Continuando a camminare abbiamo oltrepassato lo splendido museo egizio, che entrambi avevamo visitato in precedenza,     (costo per persona 15 euro), e poco distante, abbiamo ammirato la galleria Subalpina, una delle tre gallerie coperte di Torino, che riprendono i famosi passages parigini.  Il tetto della galleria è completamente di vetro e lascia filtrare la luce del sole, Torino è una città da vivere a piedi e da scoprire ad ogni angolo.

22833376_1272760239536258_1265307472_o
Galleria Subalpina, Torino

 

Continuando a camminare abbiamo raggiunto una delle più grandi piazze di Torino: piazza Castello. Piazza Castello è sede di alcune delle più importanti attrazioni della città: il Palazzo Reale, il Teatro Regio, Palazzo Madama e la Real Chiesa di San Lorenzo, che fu per un periodo di tempo il luogo d’esposizione della Sacra Sindone , e che oggi ospita la sua copia, visitabile per i turisti ( La sacra sindone è conservata nel Duomo di Torino ma è visibile solo in alcune occasioni).Insomma una piazza tutta da visitare, simbolo della storicità e della ecletticità di Torino.

Sempre qui troviamo il Palazzo Reale, un tempo dimora dei Savoia, oggi è completamente visitabile: le stanze abitate dai reali arredati in stile barocco, la biblioteca reale, l’armeria, Palazzo Chiablese, il museo archeologico, la galleria sabauda, ed i suoi curatissimi giardini reali. La struttura è patrimonio dell’UNESCO. Il prezzo del biglietto comprende l’intero polo reale ed è di soli 12 euro, il primo mercoledì del mese è gratuito.

 

 

22790910_1272049106274038_778057775_o.jpg
Palazzo Reale, Torino

 

 

22834562_1272750359537246_1525438749_n
Giardini, Palazzo Reale

Vi consigliamo di fermarvi per un aperitivo al Caffè Reale, all’interno del palazzo. Il luogo è davvero curato e particolare, ha grandi vetrate in cui sono esposte numerose porcellane, sembra quasi un piccolo museo. I prezzi sono abbastanza contenuti nonostante la location molto elegante.

Da Palazzo Reale abbiamo imboccato via Pò, una via dritta che conduce al fiume. Prendendo un vicolo ci siamo imbattuti quasi per caso nella Mole Antonelliana che si staglia imponente nel cielo di Torino. Si tratta di uno dei simboli della città, nonché simbolo italiano, è sede del museo nazionale del Cinema.

 

22831237_1272049139607368_1692417976_o.jpg
Mole Antonelliana, Torino

 

Proseguendo su via Po’, ad un passo dal fiume si trova la Piazza Vittorio Veneto, la più grande piazza di Torino. Questa piazza è circondata dai portici sotto i quali si trovano numerosi bar e locali frequentatissimi per l’aperitivo. Il quartiere sempre più frequentato per la movida invece è San Salvario.

Arrivati poi sulle rive del Po’, abbiamo costeggiato il fiume arrivando al Parco del Valentino, famoso parco torinese. Si tratta del parco più antico della città, alla cui estremità si trova il borgo medioevale. Questo è formato da una parte ad accesso libero, si può camminare per le vie del borgo lasciandosi trasportare in un’altra epoca, e una parte a pagamento che consente di visitare il castello ed i suoi giardini. Il parco del Valentino è anche sede della Società Promotrice delle Belle Arti, che espone mostre temporanee, alla quale eravamo diretti per accedere al “Titanic the Artifact Exhibition”.

 

 

Nel parco ci sono svariati chioschetti in cui mangiare, se come noi non volete perdere troppo tempo. Dopo pranzo ci siamo imbattuti in un’altra celebre attrazione di Torino situata nel parco del Valentino: i lampioni innamorati.

 

22878996_1272750526203896_706684083_o.jpg
Lampioni innamorati, Parco del Valentino

Infine per concludere la nostra visita di un giorno alla città di Torino, abbiamo attraversato il fiume e ci siamo diretti verso un punto panoramico sopra la città: il Monte dei Cappuccini. Penso che sia il posto migliore per concludere la visita alla città, assaporare tutte le vie percorse a piedi, ma dall’alto, godersi il tramonto su una delle più belle città italiane.

 

22813009_10214906799411469_1643284993_o.jpg
Monte dei Cappuccini, Torino

Consigli

Raggiungere Torino tramite treno è davvero molto comodo in quanto la stazione di Porta nuova è in una posizione strategica, ti permette di seguire un itinerario che tocca tutte le principali attrazioni della città.

La prima domenica del mese il palazzo reale e altri musei hanno l’accesso gratuito.

Non dimenticatevi di assaggiare il bicerin, tipica bevanda torinese.

Vi consigliamo di visitare il parco del Valentino in primavera quando i suoi giardini sono in fiore.

Buon viaggio e

Welcome Troubles

Ste e Francy

 

 

 

 

 

 

Who I am

Ciao a tutti,

mi chiamo Stefano e sono un ragazzo di 24 anni.

Ho deciso di aprire questo blog per raccontarvi e per condividere con voi tutte le mie esperienze di viaggio, dalle visite ai monumenti più famosi sparsi nel mondo, ai luoghi più inusuali e sconosciuti spesso evitati dai turisti dotati di neuroni. Per raccontarvi delle mie esperienze, devo per forza parlarvi di tutte le disavventure che mi hanno coinvolto, di tutti quei piccoli momenti che ti fanno domandare per quale arcano motivo hai deciso di lasciare la tua calda e confortevole casina, per ritrovarti inseguito da un branco di cagnolini inferociti mentre pedali allegro, che manco don Matteo, verso una caletta incontaminata ad Ibiza. Oppure delle volte in cui ti trovi disteso su una spiaggia paradisiaca in Messico, nel bel mezzo del nulla, sotto un sole perfetto e senza nuvole, dove pensi che nemmeno un meteorite possa disturbarti e costringerti ad alzarti, e invece no, perché la tua compagna di viaggio pensa bene di pestare l’unico cactus nel raggio di 10 km, e piange fissando le graziose spine che le trafiggono il piede. Questo è il mai una gioia. Perché un  viaggio è fatto da tante cose, è fatto da avventura, da pianificazione ma anche da imprevisti. Perché spesso, a rendere un viaggio indimenticabile non sono solo le attrazioni più famose, le spiagge più pulite o i ristoranti più quotati, ma sono soprattutto le cose inaspettate, i tuguri in cui hai dovuto dormire, le strane persone che hai incontrato e le difficoltà che ti hanno costretto ad adattarti con creatività alle situazioni.

Ho creato questo blog perché voglio essere utile a tutti coloro che stanno pianificando un viaggio, per aiutarli a scegliere cosa visitare e cosa no, dove pernottare e dove mangiare, ma anche perché voglio farvi divertire, e capire che in un viaggio bisogna essere pronti a tutto.

Welcome Troubles

 

 

 

041
Chichén Itza, Yucatan, November 2015